Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Hedda Cacchioni studio e.c. online

Post con #filosofia tag

Digiuno Terapeutico e il G I A connubio filosofico come stile di vita

28 Settembre 2017 Con tag #Filosofia, #Dualità del vivere. La vita secondo i ''quanti'', #Articolo attinente al Percorso Digiuno Terapeutico, #Articoli attinenti al Percorso Maieutica

 

 

 

digiuno terapeutico e il G I A

 

 

 

 

 

Digiuno Terapeutico e il G I A 
connubio  filosofico come stile di vita

a cura studio E.C. online

http://www.eddacacchioni.it

 

Lo stress causato da uno stile di vita non adeguato alla propria personalità può portare conseguenti sgradevoli alla salute psicofisica, cosicchè talvolta è doveroso guardare dentro di Sè.
Una valutazione attenta  di ginnastica, igiene, alimentazione accettata come un filosofico stile di vita è da tenere in considerazione per non cadere nella depressione ne altre malattie psicosomatiche scientificamente accertate come tali.


I cambiamenti delle abitudini sovente sono la causa numero uno ad uno squilibrio interiore insieme all'alimentazione esageratamente proteica o il suo contrario, l'assenza di esercizio fisico, una non  adeguata igiene e uno scompenso del ciclo circadiano   portano un rallentamento all'adeguarsi della nuova esperienza di vita.
Orari diversi sul lavoro, la nascita di un figlio, la convivenza sotto lo stesso tetto di nuove relazioni che siano amorose, amicali di convenienza. La scelta di un animale domestico, una piantina da far crescere, un oggetto caro da collocare nel prioprio ambiente.
Talvolta una strada interrotta sul percorso per arrivare a destinazione, ma anche il bar chiuso definitivamente e il centro commerciale dislocato.
Questi e tutti gli altri cambiamenti nella vita delle persone concausano relativi disagi interiori per alcuni per altri motivazioni di adattabilità territoriale.


Cosicchè è suggerito un filosofico stile di vita come il G I A semplice, consapevole, intuitivo in quanto conosciuto sulla base di situazioni ataviche cioè come da sempre un buon genitore alla nascita del figlio/a adatta se stesso al nuovo arrivato/a attraverso quegli accorgimenti essenziali di vita quali Ginnastica, Igiene, Alimentazione.


Il Digiuno Terapeutico è riconosciuto scientificamente essere un buon supporto per attivare quei meccanismi di difesa che gli antenati conoscevano molto bene.


La tensione genitoriale così come la maggior parte delle situazioni stressanti possono essere scaricate con lo sport una adeguata igiene e una appropriata alimentazione .
Il digiuno terapeutico settimanale può essere un momento di crescita per i genitori, per le amicizie, tra colleghi di lavoro e quanto altro. Questo filosofico stile di vita G I A e Digiuno Terapeutico ha come obiettivo il consolidamento di  un rapporto relazionale attraverso il senso comune di prendersi cura di sè in compagnia dell'altro per tendere ad  una vita in stato di benessere.


A tal proposito suggerisco di ascoltare e leggere gli articoli sottoproposti. Per maggiori informazioni contattate la Counselor studio E.C. online

 

 

Mostra altro

John Dewey

18 Settembre 2017 , Scritto da Con tag #Filosofia

 

 

 

 

 

John Dewey
a cura Hedda Cacchioni
Counselor Case Manager
Scrittrice.Relatrice.Editing

 

John Dewey è nato nel 1859, morto nel 1952 è stato un pedagogista statunitense e filosofo.
Seguace del pragmatismo americano e dell’evoluzionismo di Darwin.
Il pensiero di Dewey esalta l’esperienza dell’uomo e della sua integrazione con l’ambiente.
L’educazione dell’individuo inizia nel proprio ambiente con azioni del quotidiano , accettando le diversità di ognuno arricchendosi, sviluppando un sapere culturale superiore.
E’ molto importante l’ambiente sociale per la costruzione della propria vita in seno ad una società democratica.
I requisiti della persona che vive in democrazia devono essere:
1. Alfabetizzazione
2. Competenze culturali e sociali
3. Pensiero indipendente
4. Predisposizione a condividere con gli altri.
L’educazione è importante per il raggiungimento di una città democratica. La scuola deve educare l’alunno rispettando i propri interessi.
Per Dewey la scuola deve essere formativa, tenuto conto della sua realtà in cui la rivoluzione industriale aveva portato cambiamenti lavorativi. Ergo la scuola doveva essere attiva e progressiva, un luogo di vita nella quale si raggruppa l’esperienza aquisita in famiglia e nell’ambiente.
L’educazione quindi come processo di vita, semplificazione della vita sociale esistente.
La scuola come mediatrice tra società e fanciullo
La preoccupazione del filosofo era quello di capire, cos’è l’uomo e come si deve comportare verso gli altri.
Se esiste una società è perché esiste l’individuo.
Egli mirava al pluralismo, cioè un integrazione di gruppi diversi nel rispetto reciproco vivendo pacificamente.

Il suo testo il mio credo pedagogico  influenzò il pensiero pedagogico americano, nucleo principale, l’istruzione, la collaborazione del gruppo sociale e individuale. L’educazione rende l’uomo collaborativo non gerarchico, insegna a comprendere la società e a cambiarla (in meglio si spera).
Io credo che dovremmo tutti approfondire la conoscenza di quest’uomo leggendo almeno alcune delle sue opere in quanto troviamo il pensiero democratico senza colore di bandiera apportatore di genialità comparate.

                                                        

Mostra altro